La Ballerina

Lo Spumè Ballerina nasce dall' attenta analisi sulla danza classica.

Essendo a digiuno dell'argomento e volendo dedicare questo Spumè ad una mia cara amica, ho cercato di indagare sugli aspetti più caratterizzanti del balletto per poterne estrapolare elementi utili a caratterizzare l'unicità di questo personaggio.

 

Il fattore che più mi ha affascinato, guardando alcune immagini è stato l' eleganza del volteggio, quella sorta di impeccabile armonia fisica-psichica di un corpo roteante libero da vincoli sul suo perno invisibile, suscitando emozioni forti che giungono dirette all'anima del fine osservatore.

 

Dopo aver intrecciato alcuni piccoli dettagli come le scarpette in sughero, ancorate alla gabbietta con un fine filo di rame, mi sono dedicato alla costruzione del vestito, in questo caso composto da due parti di carta bianca leggermente piegate per enfatizzarne la sensazione di movimento.

 

L'estrema fragilità di questo Spumè mi ha spronato a cercare una soluzione per tener dritta e bilanciata questa ballerina, suggerendomi l'idea di sospenderla da ogni superficie con un piccolo gancetto legato ad un filo ancorato nella mano destra della ballerina, come se durante l'esecuzione del suo volteggio venisse, ad un certo punto sollevata e portata fuori da ogni vincolo temporale, liberando tutta quella grazia energetica nel grande spazio infinito.

 ◇◆ ◇◆ 

CREDITS:

Collezione in filo di metallo intrecciato a cura di Federico Poletti